Biografia

Percorso accademico

Andrea Prencipe è stato nominato Rettore della Luiss Guido Carli nel giugno 2018, dopo aver ricoperto l’incarico di Prorettore Vicario dell’ateneo nei due anni precedenti. Presso la stessa istituzione è attualmente Professore Ordinario di Organizzazione e Innovazione: ha operato inoltre dal 2015 al 2018 in qualità di Associate Dean for International Development della Luiss Business School.

Diplomatosi presso il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Manfredonia, dove è nato nel 1968, si è iscritto all’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara per conseguire la laurea in Economia e Commercio. Nel suo percorso formativo anche esperienze di studio e ricerca all’estero tra cui il Master in Management dell’Innovazione presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, il Master in Technology Innovation Management e il Ph.D. in Science and Technology Policy Studies presso lo SPRU-Università del Sussex.

Nel corso della sua carriera è stato Visiting Professor presso la Rotterdam School of Management, la BI School of Management, Oslo, e l’Imperial College Business School, Imperial College, Londra e, inoltre, Honorary Professor presso lo SPRU (Università del Sussex). Harvard Business School, London Business School, Università del Michigan, Oxford, Università di Linköping, Cass Business School sono alcuni degli atenei di prestigio mondiale dove è stato invitato come relatore.

In ambito accademico Andrea Prencipe ha ricoperto posizioni di rilievo presso lo SPRU (Università del Sussex), l’INSEAD e l’Università G. d’Annunzio. È Coordinatore Scientifico del Master FHINK – il Corporate Master di Finmeccanica. Riviste internazionali tra cui Administrative Science Quarterly, Industrial and Corporate Change, Organization Science e case editrici come Franco Angeli, Oxford University Press hanno pubblicato i suoi lavori. Opera inoltre come Associate Editor del Journal of Management Studies e nell’Editorial Board di Organization Science, Strategic Management Journal, Economia e Politica Industriale, Industrial and Corporate Change, International Journal of Project Management, Long Range Planning e Research Policy. Si è occupato in qualità di coordinatore locale di diversi progetti finanziati nell’ambito del FIRB 2003, FIRB 2005 e PRIN 2007 e, a livello nazionale, di un progetto PRIN 2005, oltre ad altri finanziati da enti regionali e imprese private.

L’organizzazione dei processi innovativi, l’apprendimento e la routine nelle organizzazioni, le relazioni tra capitale sociale e innovazione d’impresa sono alcuni dei filoni principali intorno a cui si orienta la sua attività di ricerca. In base ai suoi studi l’innovazione è cambiamento tecnologico e organizzativo, in grado di generare valore socio-economico: una leva strategica per la competitività delle imprese, le organizzazioni, i territori ed i Paesi. Nel tempo l’attenzione di Andrea Prencipe si è spostata dalle organizzazioni ai team, nella convinzione che lo studio dei processi innovativi richieda una più ampia comprensione delle dinamiche sottostanti al cambiamento a partire dai comportamenti dei singoli individui. Diversi i riconoscimenti conseguiti nel corso della sua carriera: il “Roy Rothwell Prize” per la migliore tesi di Master, SPRU (1994/1995), il Premio “Virgo Fidelis” nel 2017, il “Premio 100 Eccellenze Italiane”, il “Delfino d’Oro” e l’Argos Hippium nel 2018. Lo scorso anno gli è stato conferito il XXVIII Premio Internazionale di Cultura “Re Manfredi”: sempre nel 2019 Andrea Prencipe ha vinto il Premio “Benigno e Filomena Suffoletta”, attribuito a persone legate all’Abruzzo che sono riuscite a distinguersi per meriti nel proprio ambito professionale.

Diversi i riconoscimenti conseguiti nel corso della sua carriera: il “Roy Rothwell Prize” per la migliore tesi di Master, SPRU (1994/1995), il Premio “Virgo Fidelis” nel 2017, il “Premio 100 Eccellenze Italiane”, il “Delfino d’Oro” e l’Argos Hippium nel 2018. Lo scorso anno gli è stato conferito il XXVIII Premio Internazionale di Cultura “Re Manfredi”: sempre nel 2019 Andrea Prencipe ha vinto il Premio “Benigno e Filomena Suffoletta”, attribuito a persone legate all’Abruzzo che sono riuscite a distinguersi per meriti nel proprio ambito professionale.